Studio Alessandro Tonina | Professione consulenza imprese ed enti

CERTIFICATO DEI DEBITI TRIBUTARI

1 Luglio 2019

Non è mai simpatico parlare di debiti tributari ma è meglio conoscerli. L’Agenzia delle entrate ha messo a disposizione dei contribuenti un certificato unico che raggruppa tutti i debiti tributari divisi per natura, anno stato della riscossione, notifica, debito residuo, istituti definitori.

Lo strumento è stato introdotto in esecuzione di un obbligo previsto dal Codice della crisi d’impresa ma diviene utile per contribuenti e consulenti al fine di monitorare o ricostruire la situazione debitoria di un soggetto.

Può essere richiesto o dal contribuente o dal Tribunale il quale, proprio in forza dei poteri attribuiti dal Codice della crisi d’impresa, può assumere l’iniziativa di verificare lo stato debitorio di un soggetto al fine di prevenire o verificare lo stato di crisi.

Purtroppo, la procedura è cartacea per cui, sebbene sia ammissibile anche la richiesta via pec il ritiro deve essere fatto fisicamente all’Agenzia e sono da assolvere bolli e diritti. Sebbene l’Agenzia delle entrate ci abbia stupito favorevolmente con i progressi informatici raggiunti negli ultimi anni, la modalità cartacea e “bollata” è sicuramente un residuo del passato di cui non sentivamo la nostalgia.

Link a Modello e istruzioni.